APPRODO IS CHEAS

13 gennaio 2017  |  di Piero Careddu

Is Cheas è un successo ancor prima dell’apertura prevista per la primavera prossima. Successo perchè nasce dal miscuglio coraggio-follia di due giovani alla loro prima esperienza imprenditoriale e, soprattutto, in una condizione ambientale che solo cinque anni fa rappresentava una delle ultime zone desertiche, nel vero senso della parola, della Sardegna. Il territorio è quello di San Vero Milis, nel cuore del Sinis, che per chi lo conosce è giacimento di storia, cultura ed eccellenze enogastronomiche. Continua »

Canzoni Ubriache: la playlist 2016

11 gennaio 2017  |  di Antonio Canu

Non mi piace fare la playlist musicale dell’anno appena trascorso quando ancora non è trascorso. Un tempo anche i giornali musicali la facevano a gennaio, oggi la trovi nel numero che esce ai primi di dicembre dell’anno interessato. Io faccio sempre fatica a far entrare tutti i dischi che mi sono piaciuti nell’anno nelle canoniche 10 posizioni (che infatti nella playlist qui sotto sono 11 e non 10) e dunque continuo a cambiarne qualcuno ogni giorno rischiando di continuare a farlo fino a giugno (e “Tooth” dei Raime non lo metti? E gli ultimi di Motorpsycho e Nick Cave? E il “Pablo” di Kanye West? E i ritorni super di De La Soul e Tribe Called Quest? E PJ, i Radiohead  ……..). Continua »

“TOP 20″ DEI VINI SARDI 2016

7 dicembre 2016  |  di Piero Careddu
COME OGNI ANNO, DA QUALCHE ANNO, PUBBLICO LA MIA PERSONALE LISTA DEI MIGLIORI VINI SARDI DA ME ASSAGGIATI NEL CORSO DELL’ANNO CHE STA FINENDO. LE SOLITE RACCOMANDAZIONI:
1) Non devono essere considerati necessariamente i migliori vini in assoluto. Per poterlo essere  avrei dovuto assaggiare tutti gli altri e non ne ho avuto ne il tempo ne la voglia. Continua »

Conoscere Rossetti

3 dicembre 2016  |  di Piero Careddu

FACCIA A FACCIA CON UNO DEGLI AFFABULATORI DI VINO CHE PREFERISCO.

Il mondo del vino scritto, che sia web o carta, è sempre più la quintessenza dell’autoreferenzialità. Oltre ad essere tremendamente noioso, scolastico, spesso cinico e totalmente insensibile a certe tematiche che dovrebbero essere il pane quotidiano di ristoratori, sommeliers, giornalisti e/o scrittori della materia come, ad esempio, la salute di chi il vino lo deve bere. Fa un certo effetto, e anche piacere, imbattersi in un personaggio come Gianluca Rossetti, un sommelier che ha spazi di espressione su Intravino e sul sito istituzionale dell’A.I.S. Continua »